Arni ai rigori vince il 43° Torneo Alta Versilia

ARNI- RUOSINA 1-1 (1T0-0) 6-5 dcr

ARNI. Maggiani, Lucchesi,  Lorenzoni Andrea, Mattei Stefano, Giuntini, Papini, Landi Roberto, Lorenzoni Lorenzo, Tarabella Alessio (Lucchesi Giuseppe), Biggi, Lo Monaco. All. Avio Landi.

RUOSINA: Tarabella E, Fiaschi, Bonini, Capuano, Tovani, Buselli, Baldacci, Pelagatti, Sparagni Daniele, Ginocchi, Rebughini (Fiaschi). All. Lorenzo  Bigicchi.

Arbitro: Caparrini (Cacialli-Barbieri) sez di Empoli.

Reti: 2t al 7 Sparagni Daniele,(R)  al 35 Biggi (A)

Battendo ai calci di rigore il Ruosina l'Arni conquista la 43° edizione del Torneo Alta Versilia. Una gara che non ha certo deluso le attese giocata al comunale di Retignano con il pubblico delle grandi occasioni, circa 500 persone, che hanno seguito questo match con grande passionalità e conclusosi ai tempi regolamentari con un giusto pareggio 1-1.

Si fà subito pericolosa il Ruosina di mister Bigicchi con una punizione di Baldacci deviata in tuffo da Magnani. Poco dopo ancora Baldacci da fuori area inpegna il bravo portiere avversario. Risponde l'Arni di mister Landi con una splendida conclusione dal limite di Biggi, Tarabella vola e devia. Su questa azione termina il primo tempo.

Nella ripresa al 7' passa in vantaggio il Ruosina. Davide Sparagni sulla destra mette in area dove ben appostato il fratello Daniele controlla e mette in rete. L'Arni forza i tempi per trovare il pareggio e al 32 è Landi Roberto su mezza girata che colpisce la traversa. Al 35' Lo Monaco si destreggia sulla fascia e mette in area dove Biggi svetta di testa e infila Tarabella ristabilendo la parità in campo. Dopo 10' l'ottimo arbitro Caparrini della sezione Uisp di Empoli fischia la fine dando inizio ai supplementari.

La prima frazione scivola via senza grosse emozioni la paura di perdere condiziona le due formazioni. Nel secondo tempo supplementare Biggi ben servito in area cerca di superare Tarabella che però non si fa sorprendere.  Nel finale espulso per doppia ammonizione nelle file dell'Arni, Papini.

Si và ai calci di rigore, dove la squadra dell'Arni la spunta e vince la 43 edizione del torneo scatenando i festeggiamenti in campo e sugli spalti dei propri supporterper.

Consueta cerimonia di premiazione con la presenza del sindaco Verona. Riconoscimenti particolari a Magnani (Pomezzana) miglior portiere; a Luca Bonini (Ruosina) miglior giocatore della finale; Zhabo (Levigliani) miglior giocatore del torneo; Ibra Tourè (Retignano) capocannoniere; al Cardoso il premio Coppa Disciplina.

Di Carlo Cosci