Riflettori su... Alessasndro Palmerini giovane mister della Fortis Camaiore.

Alessandro Palmerini nasce nel 1989 e comincia a dare i primi calci nelle file del Camaiore dalla scuola calcio fino alla Juniores. Un attaccante che nelle giovanili ha segnato parecchi gol, nonostante la numerosa concorrenza nel ruolo, la Società mi propose di diventare Allenatore. Accetta quel delicato incarico con riserva, dai piccoli amici fino alla Juniores. Con questi ultimi nella stagione 2016-2017 un inizio disastroso, solo 1 punto in 10 partite e siccome ci teneva tanto a fare bene rassegna le dimissioni. ma il DS Luciano Coluccini le rifiutò. Un successivo colloquio con i ragazzi e l'inizio di buoni risultati arrivando a disputare lo spareggio salvezza con il Pietrasanta con un bel successo.

Nella stagione 2018-2019. Ripartenza con la Juniores con buoni risultati ma a febbraio per divergenze con la società, le dimissioni lasciando la squadra a centro classifica con ben otto punti dalla zona retrocessione.

A novembre 2018 il presidente Dante Raffaelli con il DS di allora Andrea Sacchelli viene chiamato per risollevare la Fortis Camaiore in seconda categoria perchè stava andando molto male. L'allenatore Francesco Orsetti aveva dato le dimissioni.  Tanti ragazzi erano scarichi e con tanto spirito di sacrificio, arriva inaspettato il traguardo dei playout contro il Mulazzo vittoria per 3-1 e salvezza.

In questa stagione 2019-2020 un po di fatica nel girone di andata, poi nel giorne di ritorno arrivano gioco e risultati arrivando a battere la capolista Romagnano. Poi la sospensione del campionato per il Covid-19.

 

Pensi che si riprenda a finire i campionati?

 Io penso di no, ma sarà la Federazione a dirci cosa dobbiamo fare.

A chi ti ispiri come allenatore?

Mi ispiro a Maurizio Sarri, anche lui è partito dai dilettanti.

Cosa vorresti nel futuro?

Mi piacerebbe allenare la società che mi ha fatto crescere il Camaiore Calcio.

Ti ringraziamo e in bocca al lupo per i tuoi desideri.

Di Carlo Cosci