AMARCORD............Riflettori puntati su....Alessandro Mannini

Oggi parliamo di un viareggino che si è distinto dalle categorie dilettantistiche per poi arrivare in serie A.... Alessandro Mannini.

Come dice lui stesso nasce a Viareggio nel 1957, in una casa colonica e quindi posso dire con orgoglio di essere figlio di umili contadini, sottolineo questo perchè quello è stato un periodo meraviglioso della vita, poi gli insegnamenti dei miei genitori mi hanno reso una persona semplice e disponibile. In quei tempi non c'era ne scuola calcio, ne palestre, ma campetti polverosi dove ci si trovava dopo la scuola con i ragazzi del quartiere, e con la disperazione dei nostri genitori che non ci vedevano far ritorno a casa fino a buio.

La mia prima squadra è stata il Bar Ivano con sede in Via Regia formata da persone con la passione e voglia di fare senza particolari interessi purtroppo come avviene ora. Il Presidente Gualtiero Severi ci portava a giocare su una 500 tutta scassata, con Wiliam Gabiddu (padre dell'ortopedico), Roberto Salvetti ancora grande amico dopo tanti anni, il mister era quel Ciro Matrone una figura molto simpatica e coinvolgente con tanta passione. Purtroppo alcuni non ci sono più ma li ricordo con affetto, perchè sono stati un punto di riferimento importanti.

Con il Bar Ivano gioco due campionati poi passo al Viareggio dove finisco le giovanili e approdo in prima squadra in serie D e dopo un anno di dodicesimo vengo promosso titolare e mi metto in mostra tanto che nel 1978 passo al Pisa in C1.

Con i nero-azzurri davanti a me avevo un idolo del momento come Walter Ciappi, l'anno dopo divento titolare. La pressione dei tifosi a Pisa si fà sentire e dopo un campionato così così sono andato sempre in meglio e sono rimasto per ben nove anni disputando un campionato di C cinque di B e tre di serie A. Il mio esordio in A Cesena Pisa 0-0.

Finisce la bella storia a Pisa e nel 1987 passo al Bari in serie B che voleva salire in A e al secondo tentativo ci riusciamo e ci salviamo alla grande.

Nel 1990-91 al Pescara in serie B, dove purtroppo ci sfugge il salto di categoria. Sono stati i miei migliori anni per rendimento perchè ero nel pieno della maturazione, ho lasciato un gran bel ricordo nelle tifoserie delle due città.

Poi passo alla Fiorentina dal 1991 al 1993 due anni senza grosse soddisfazioni.

Nel 1993-1994 passo alla Cremonese in serie A con il grande Gigi Simoni allenatore, una persona splendida purtroppo scomparsa da poco.

Dal 1994 al 1996 torno a Viareggio chiamato da presidente Mino Bini in eccellenza vincendo il campionato e dopo due anni meravigliosi lascio il calcio giocato e mi dedico ad allenare i portieri.

Dal 1996 al 2005 alleno i portieri a Pisa in serie C senza mai riuscire a centrare la promozione, in questi anni 2002-2004 collaboro con mister Claudio Gentile nella Nazionale Under 21, dopo un terzo posto in Svizzera, abbiamo centrato la vittoria in Germania.

Finita l'esperienza a Pisa torno a Viareggio nel 2005 lavorando con persone splendide come Stefano Dinelli, Andra Gazzoli, Angelo Francesconi.

Nel 2011 vado al Grosseto. Nel 2012-13 a Venezia con Stefano Sottili allenatore. Nel 2013-14 passo a Novara con mister Alfredo Aglietti. Nel 2015 torno a Viareggio con mister Alessandro Pierini, poi con mister Masi ed infine con mister Carlo Bresciani. Il Viareggio calcio finisce con tanto dispiacere per tutti gli sportivi che amano Viareggio.

Ora lavoro con i giovani del CGC Capezzano, una bella realtà della Versilia per il calcio giovanile. E' una esperienza stupenda, vedo cresciere giorno per giorno questi ragazzi e sono veramente felice di mettere a disposizione la Mia esperienza calcistica.

Chiudo dicendo di sentirmi fortunato per quello che il calcio mi ha dato, ho realizzato il sogno che facevo da bambino ho raccolto tanti consensi, ma la cosa che mi rende felice è che ho condiviso con tantissima gente le magnifiche emozioni che il calcio può dare. Non sono stato un campione di primo livello ma credo di aver regalato tante gioie e soddisfazioni ai moiei tifosi, e anche ai tifosi avversari.

Un grande abbraccio a tutti Voi e complimenti a quello che sta facendo Mondocalcio Versilia.... Grazie.

Di Carlo Cosci